News

Zennaro: “Emergenza economica, con nuovo Dpcm aziende più svantaggiate”

Economia, Imprese

“Non ho votato e non voterò oggi la proroga dello stato di emergenza” – dichiara il deputato Antonio Zennaro, gruppo Misto,  dopo le parole del Ministro Speranza in Parlamento nella giornata di ieri - “In aula alla Camera sono intervenuto per ribadire che, se siamo in emergenza sanitaria, siamo anche in emergenza economica e a dimostrarlo il più grande calo dell'economia italiana nella storia della Repubblica, con il -10% del PIL. Da metà ottobre partiranno 9 milioni cartelle esattoriali, azioni di pignoramento nei confronti delle imprese e dei cittadini in un momento di così grande difficoltà, e dal primo di questo mese abbiamo assistito ad un aumento generalizzato di bollette di luce e gas, quando tante famiglie non riescono ad arrivare a fine mese. Con il nuovo Dpcm l'inasprimento delle sanzioni per chi non ha con sé la mascherina potrebbero arrivare a mille euro, altra botta per i cittadini e per le attività.”

“La proroga dello stato di emergenza non tiene conto di quella economica e il Governo non sta dimostrando attenzione verso le nostre imprese e verso il made in Italy, anche importando miliardi di mascherine dalla Cina. Ho presentato un'interrogazione sul tema, per tutelare le tante aziende che hanno riconvertito i loro stabilimenti per produrre dispositivi di protezione individuale.” – aggiunge Zennaro e conclude – “Servono azioni immediate come il taglio delle tasse, non bastano le promesse dei soldi del Recovery Fund che arriveranno, se tutto va bene, nel 2021.”

CONDIVIDI