News

Coronavirus: in Abruzzo superati 1.000 casi, serve commissario unico sanità regionale

Sicurezza, Abruzzo

“Arrivano da più parti segnali di difficoltà nella gestione dell’emergenza sanitaria e ciò non vale solo per la Asl di Teramo, che ad oggi registra quaranta contagi tra medici, infermieri ed operatori sanitari. Tutte le Asl sono state diversamente coinvolte tra criticità e vari livelli di disorganizzazione. Serve un commissario unico per la gestione straordinaria che possa dare un indirizzo unitario a tutte le aziende sanitarie e fare in modo che vengano applicati protocolli uniformi a tutto l’organico ospedaliero, per la loro protezione e per quella dei pazienti e dei cittadini che hanno bisogno e diritto di tutelate il proprio stato di salute, anche oltre l’urgenza dell’epidemia. Chi svolge questo lavoro deve poterlo fare con le stesse garanzie di sicurezza in ogni ospedale in cui si trova ad operare. La sanità è di competenza delle regioni e le quattro Asl, soprattutto in questo momento estremamente complesso,  dovrebbero parlare la stessa lingua.” – dichiara il deputato Antonio Zennaro

“Assorbita l’emergenza nazionale sarà necessaria una revisione del Titolo V per ripotenziare il sistema sanitario nazionale e avere un’omogeneità di gestione su tutto il territorio dello Stato.” – conclude Zennaro.

CONDIVIDI